Le auto “alla spina” volano e superano il metano

Ma il 2020 è stato un Giano bifronte. Nel drammatico scenario complessivo dell’automotive, c’è invece chi è volato in alto: il mercato delle autovetture elettriche. Nel 2020 BEV e PHEV insieme avrebbero visto 59.900 nuove immatricolazioni contro le 17.065 nel 2019 e le 9.579 del 2018. Se il 2019 ha raddoppiato, il 2020 ha più che triplicato. In termini percentuali, l’aumento complessivo del 2020 per entrambe le categorie è del 250% rispetto all’ anno precedente.

+250%
Aumento complessivo delle immatricolazioni BEV+PHEV nel2020 rispetto al 2019

Le BEV si assestano su circa 32.500 nuove immatricolazione, segnando il sorpasso storico delle auto a metano che si fermano a 31.613; per le PHEV le nuove immatricolazioni sono 27.375. In altre parole, se nel 2019 le auto elettriche erano lo 0,9% delle nuove immatricolazioni, nel 2020 esse si assestano in totale intorno al 4%.

ELETTRICO VS COMBUSTIONE: IL MERCATO ITALIA NEL 2020
Tipologia di AlimentazioneUnità immatricolate 2020Unità immatricolate 2019% Variazione
Benzina523.140853.814-38,7
Diesel461.274771.731-40,2
GPL94.260136.804-31,1
Metano31.61338.622-18,1
Ibride elettriche (HEV) Benzina o Diesel223.321110.024+103%
Ibride elettriche Plug In27.4086540+319,1
Elettriche BEV32.53810.577+207,6
Fonte: elaborazioni Repower su dati Unrae al dicembre 2020

Una percentuale che toglie questo settore dall’ombra e gli regala un posto al sole, indice di una domanda che si sta davvero spostando sui veicoli a zero e basse emissioni.

La strada da percorrere è certamente ancora lunga. Ma chi dice che il 2021 non sia veramente l’anno “volàno” e che le tendenze registrate nel 2020 non divengano strutturali? Chi dice che l’elettrico non sia definitivamente decollato e ora debba solo rafforzare le posizioni? Ai posteri l’ardua sentenza! Certo è che le misure poste in atto per il 2021 da Stato e Regioni indicano una direzione ben chiara.

36
Sono i milioni di euro di bonus autovetture che la Lombardia ha stanziato per il 2020/2021

Regione Lombardia, ad esempio, ha stanziato 36 milioni di “bonus autovetture” per il biennio 2021/2022 con incentivo fino a 8000 € per l’acquisto di un’autovettura a emissioni zero. Il bonus si può sommare al bonus statale. Risultato? L’auto elettrica in Lombardia è davvero una possibilià concreta. Anche gli incentivi statali vanno in una direzione analoga: il Governo ha confermato l’arrivo di nuovi sostegni per l’acquisto di auto nuove anche nel 2021 (stato: febbraio 2021). Il totale per questa seconda tornata di agevolazioni ammonta a 420 milioni, che verranno suddivisi in tre fasce di emissione di anidride carbonica. Per le auto da 0 a 20g/Km di emissioni di CO2 il bonus ammonta a massimo
8000 € con rottamazione, a 5000 € senza rottamazione. A questo si deve aggiungere il bonus rivenditore.

Se questi incentivi non si limiteranno al 2021, configurando così una strategia pensata per il medio periodo, la direzione sarà definitivamente segnata.

Le 5 BEV più vendute in Italia. Confronto 2020/2019. Con indicazione di autonomia
Autonomia Km (max)Classifica 2020Classifica 2019Autonomia Km (max)
395 kmRenault ZoeSmart forTwo133 km
133 kmSmart forTwoRenault Zoe395 km
Tra 430 e 580 kmTesla Mod. 3Tesla Mod. 3Tra 430 e 580 km
260 kmVW e-UPNissan Leaf385 km
320 kmFIAT 500eSmart forFour153 km

Elettrico, chiave di ripartenza
Le associazioni di categoria scelgono l’elettrico come leva competitiva

In Italia le associazioni di categoria sono migliaia e, grazie al loro ruolo di guida, hanno spesso intercettato le innovazioni e i trend più strategici per garantire ai propri associati un vantaggio competitivo sul mercato. In questo quadro sono sempre più numerose le associazioni di categoria che stipulano accordi con aziende che operano nell’ambito della mobilità elettrica, per sensibilizzare i propri associati verso un settore sempre più chiave in termini di competitività e anche di posizionamento del proprio brand. La mobilità elettrica rappresenta, in particolare in questo contesto di mercato, una leva chiave per rispondere alla crisi economica, sociale e sanitaria puntando su innovazione e sostenibilità. In questa sfida Repower si posiziona al fianco delle aziende come partner in grado di offrire servizi di consulenza adatti alle specifiche esigenze di ogni associazione. Attiva in questo ramo dal 2010, Repower è oggi un player di riferimento grazie a diverse soluzioni chiave per creare quell’ecosistema in cui i veicoli, le infrastrutture di ricarica, i servizi digitali, la formazione e la promozione territoriale sono in grado di lavorare in sinergia.

PALINA è la torretta di ricarica di Repower che evolve in strumento di comunicazione ed elemento di arredo urbano

Compagni di viaggio che si ritrovano
Per il debutto italiano della full electric MINI sceglie PALINA

A marzo del 2020 è arrivata sul mercato la prima MINI full electric e per il lancio della celebre city car, il brand britannico del Gruppo BMW ha organizzato un tour tra le colline di Rimini per festeggiare il centesimo anniversario di Fellini, che nacque proprio a Rimini il 20 gennaio 1920.
MINI ha scelto PALINA come strumento per ricaricare le auto durante la tre giorni di presentazione. La collaborazione tra Repower e MINI non è nuova e si fonda su una serie di valori comuni quali la sostenibilità e il design. Nel 2017 Repower si è affiancata a MINI in qualità di partner tecnico e artistico in occasione del lancio della prima MINI Countryman Plug-in Hybrid.

L’ABC dell’elettrico

  • Veicolo micro hybrid: non ha un vero e proprio motore elettrico adibito a trazione ma un impianto elettrico più efficiente che supporta, ad esempio, il dispositivo Start&Stop.
  • Veicolo mild hybrid: questo tipo di veicolo è dotato di motore elettrico adibito a trazione che entra in funzione solo in alcuni momenti come, ad esempio, in accelerazione da fermo. Il motore elettrico si ricarica autonomamente.
  • Veicolo full hybrid: si intende un’auto ibrida nella quale il motore termico è affiancato da un motore elettrico adibito alla trazione. Questa macchina può funzionare anche solo in modalità elettrica. Qui il motore elettrico si carica recuperando l’energia di frenata.
  • Veicolo elettrico ibrido plug-in (PHEV): si intende un’auto che combina un tradizionale motore a combustione interna (diesel o benzina) e un motore elettrico a batteria, ricaricabile alle apposite colonnine. Il motore elettrico può funzionare in maniera indipendente o sinergica con il motore endotermico.
  • Veicoli elettrici a batteria (BEV): si intendono esclusivamente i veicoli elettrici puri, azionati da un motore elettrico e alimentati da energia elettrica prodotta da batterie che si ricaricano alle apposite colonnine.
8.000€
Bonus massimo statale per acquisto auto con emissioni da 0 a 20g/km (con rottamazione)

Approfondisci

ECOBONUS AUTOMOTIVE

Incentivi per la mobilità sostenibile

I veicoli – Le tipologie di automobili

La Mobilità Sostenibile e i Veicoli Elettrici, Rapporto 2017, Repower

Le BEV più vendute in Italia

2020 versus 2019

IL CASO MY PARKING

La mobilità elettrica al servizio del network di parcheggi