La generazione elettrica all’interno del processo di transizione energetica

Il sistema energetico che si profila all’orizzonte, con una percentuale sempre maggiore di fonti rinnovabili, sarà strutturalmente diverso da quello odierno e, come ogni cambiamento, metterà di fronte a molte sfide, la principale delle quali rimane la stabilità della rete.

Le fonti di energia rinnovabili come l’eolico e il solare sono infatti intermittenti e la sfida per il sistema in questo caso riguarda la capacità di garantire l’energia elettrica necessaria, anche di notte o in assenza di vento. Inoltre, le reti dovranno essere adattate a un sistema maggiormente decentralizzato, visto che le fonti rinnovabili sono distribuite sui territori.

Non solo la generazione sarà diffusa, ma anche la domanda cambierà, in funzione della progressiva elettrificazione di interi comparti economici, come quello dei consumi domestici e soprattutto quello della mobilità. Infatti, secondo dati IEA, dopo un lieve calo nel 2020, la domanda mondiale di elettricità nel 2021 è cresciuta del 6%: è stato il più grande aumento annuale mai registrato in termini assoluti (oltre 1 500 TWh) e il più grande aumento percentuale dopo la crisi finanziaria del 2008-2010.

La generazione elettrica all’interno del processo di transizione energetica - Ultima modifica: 2022-02-12T10:14:00+01:00 da Repower

Innovazione e Fotovoltaico
Tra repowering e revamping

L’impianto fotovoltaico realizzato da Repower a Castelguglielmo (Rovigo)

Un esempio concreto di come aumentare l’efficienza a parità di suolo impiegato.
Mobilità elettrica e transizione energetica, due facce della stessa medaglia. Se la prima è un componente essenziale della seconda, la seconda è allo stesso tempo un ingrediente cruciale per sostenere un’evoluzione sostenibile della mobilità nel suo complesso, da quella su gomma a quella nautica.
Alimentare le infrastrutture per la mobilità elettrica con fonti fossili, infatti, può rappresentare un controsenso, come più in generale ricorrere ancora largamente alle fonti di energia convenzionali.
Una necessità che spinge a sua volta massivi investimenti nella nuova capacità di generazione elettrica da fonti rinnovabili, ma anche nell’ammodernamento degli impianti già esistenti. In questo contesto, nel corso del 2021 Repower si è resa protagonista di interventi di repowering (aumento di potenza) e revamping (aumento dell’efficienza) su diversi parchi fotovoltaici: in primis quello di Castelguglielmo da 7,4 MW in provincia di Rovigo, seguito da altri impianti acquisiti nel corso del 2020.
Grazie alla tecnologia dei moduli fotovoltaici bifacciali, che permette di catturare la radiazione solare anche dal retro del modulo, Repower è riuscita ad aumentare l’efficienza di questi parchi, incrementando la produzione energetica del 44% e mantenendo inalterate le superfici storicamente occupate.

+6%
Crescita domanda mondiale di elettricità nel 2021
Repower Single Template 2022 - Ultima modifica: 2022-02-18T12:24:26+01:00 da tnadmin