Il Covid non fermerà l’avanzata silenziosa dell’elettrico

I dati di mercato esposti nel primo capitolo di questo documento indicano che l’equazione “Coronavirus/crisi economica = riduzione delle vendite” più di tanto non vale per il settore dell’auto elettrica che, anzi, ha visto nell’ultimo anno un dinamismo eccezionale sia in termini di immatricolazioni che di nuovi modelli e di innovazione tecnologica. “Non si esce da una crisi guardando indietro” afferma il professor Fabio Orecchini – Università degli Studi Guglielmo Marconi di Roma. In altre parole, non sarà il modello obsoleto del motore a combustione interna a fare ripartire l’economia, ma un modello nuovo, alternativo. La questione ambientale e gli incentivi, l’arrivo in larga scala sul mercato di tecnologie automotive a trazione elettrica e gli investimenti per le relative infrastrutture lasciano presagire che probabilmente nel futuro si venderanno meno auto, ma quelle che si venderanno saranno maggiormente elettrificate.

Su quali orizzonti si posa l’occhio del Dragone
Sviluppi sul mercato cinese

“Mobilità elettrica per tutti e per tutte le necessità”: sembra essere questo il motto che sta guidando gli sviluppi del mercato cinese post-pandemia.
Sebbene fino ad oggi i brand cinesi non abbiano ancora conquistato il mercato europeo, dove dominano nomi nostrani o al più americani, il futuro potrebbe essere diverso.
La Cina dell’auto elettrica sembra essere uscita dalla pandemia rafforzata e sembra prepararsi alla conquista dei mercati internazionali.
Le sue armi? Una immensa capacità produttiva – ci sono fabbriche che sfornano 26 veicoli all’ora, seconde solo a Tesla che ne produce 46 – un ampio portafoglio
di modelli – dai SUV già sbarcati a luglio 2020 in Norvegia, alle berline, alle mini, ai Van D1 che Didi Chuxing, l’Uber cinese, si farà costruire da BYD – un’industria molto innovativa che ha già messo a punto soluzioni da oltre 1000 Km di autonomia.
Ma più di tutto è il prezzo a sbalordire: 4000€ per la HongGuang Mini con circa 120km di autonomia. Queste le corazzate con cui la Cina si avvia verso Ovest.

+/-
Probabilmente nel futuro si venderanno meno auto, ma queste saranno più elettrificate
Paragrafo precedenteIl cambio di passo
Prossimo paragrafo2020 anno dell’e-bike?