America first? Non per l’elettrico

A inizio 2021 sembra proprio che la partita dell’elettrico mondiale si giochi tra Cina ed Europa. Al contrario, gli Stati Uniti hanno svolto un ruolo minore con un totale di 345.000 veicoli elettrici (BEV+PHEV) venduti su un totale venduto di 14,67 milioni nel 2020. Ciò che caratterizza questo mercato è la sua forte focalizzazione su un unico nome: Tesla. Delle 245.000 auto esclusivamente elettriche vendute, 196.000 sono modelli Tesla. Il produttore ha esteso il proprio dominio nel settore e oggi firma il 79% di tutte le BEV vendute negli Stati Uniti.

Ma “il cambiamento è la legge della vita” diceva JF Kennedy e la nuova presidenza statunitense potrebbe rimescolare le carte in tavola. Già all’inizio del suo mandato Joe Biden ha riportato gli USA nell’Accordo di Parigi, il che implica obblighi di riduzione delle emissioni di CO2. Cosa potrebbe significare questo per i trasporti, che negli USA sono la più grande fonte di emissioni di gas serra? Secondo il Rocky Mountain Institute, significherebbe che al 2030 un’auto su 5 deve essere elettrica. Inoltre, secondo Bloomberg, il Presidente Joe Biden avrebbe già firmato una serie di ordini esecutivi relativi al cambiamento climatico, puntando – tra l’altro – a sostituire l’intera flotta di auto e camion governativi con veicoli elettrici.

Sulla stessa linea si pone l’annuncio di fine gennaio di General Motors, il più grande produttore di auto degli USA, di voler vendere al 2035 solo auto nuove a zero emissioni. Infine, proprio negli USA a fine 2020 ben 28 aziende del settore automotive hanno lanciato l’iniziativa ZETA – Zero Emission Transportation Association – per chiedere politiche federali che accelerino la transizione verso i veicoli elettrici. Insomma, anche negli USA “The Times They Are A Changin”.

ZETA – Zero Emission Transportation Association: 28 aziende del settore USA automotive per la transizione verso i veicoli elettrici
ZETA – Zero Emission Transportation Association:
28 aziende del settore USA automotive per la
transizione verso i veicoli elettrici
Paragrafo precedenteEuropa-Cina: il sorpasso
Prossimo paragrafoIl resto del mondo? Non pervenuto